Bari, 30 novembre 2018, ore 15,30 - 19,00 - Biblioteca del Liceo Arcangelo Scacchi

LE SFIDE DELLA MEDIA LITERACY AL TEMPO DEI SOCIAL

esperienze innovative con i media dentro e fuori la scuola

seminario

programma

ore 15,30 – Prof. Giovanni Magistrale, dirigente scolastico Liceo Arcangelo Scacchi; Dott. Bernardo Notarangelo, responsabile coordinamento politiche internazionali Regione Puglia – Saluti

Piero Montefusco, presidente Ass. Milleluci – Castellana Grotte, operatore culturale, giornalista, organizzatore cinematografico – Presentazione

ore 15,40 – Prof. Alberto Fornasari, docente di Pedagogia Sperimentale, Università degli Studi di Bari Aldo Moro – Introduzione

ore 16,00 – Maria Leonida – Soundscape: Possiamo raccontare le storie e la Storia esclusivamente attraverso i suoni?

ore 17,00 – Patrizia Canova – S-confini e sguardi interculturali attraverso gli occhi del cinema

ore 18,00Margarida Almirall Rotés – Costruire Visioni: l’uso del found footage e film remix con gli adolescenti

 

Modera Rosa Ferro media educator, direttore artistico Coop.Soc. Il Nuovo Fantarca


Alberto Fornasari (Università degli Studi di Bari – Italia)

È professore aggregato in Pedagogia Sperimentale presso l’Univer- sità degli Studi di Bari Aldo Moro, delegato del Rettore per la “banca del tempo”, relatore in numerosi convegni internazionali e nazionali. I suoi interessi di ricerca sono focalizzati sull’educazione interculturale, la media education, le nuove tecnologie applicata alla didattica e la docimologia. Direttore dello short master universitario in “Digital Reputation Management”. È autore di numerose pubblicazioni italiane e straniere su tali tematiche.

 

Maria Leonida (Ass. Karpos, Atene – Grecia)

È documentarista, cofondatrice e coordinatrice del programma Karpos, Centro di Educazione e Comunicazione Interculturale (Centre of Education and Intercultural Communication) di Atene che dal 2008 si occupa di media literacy in tutta la Grecia e in ambito europeo. In particolare Maria Leonida sviluppa, coordina progetti e crea strumenti e materiali educativi nel campo della media literacy sperimentando ogni volta linguaggi diversi sia in contesti scolastici che extrascolastici. Ha creato e coordinato progetti quali: Photografy for young refugees (2018), Opera and Animation (2017), My opinion (2016), Training for Roma Children (2013). Collabora con l’Università di Francoforte e con il progetto JOBact e l’Associazione Teatro Pedagogico di Hessen (Germania) per la realizzazione di workshops sui media. Ha studiato cinema a Londra e in Danimarca. È laureata in Storia e Storia dell’Arte. Negli ultimi tempi sta portando in giro in Europa e in contesti vari il workshop Soundscape che presenta a Bari per il nostro seminario.

 

Patrizia Canova (Milano – Italia)

È docente e lavora dagli anni ’70 nel campo della media education e didattica del cinema, creando e sviluppando una serie di programmi e progetti innovativi finalizzati alla diffusione della cultura cinematografica e audiovisiva più in generale. Collabora per i programmi di educazione al cinema della Regione Lombardia ed è autrice di documentari di carattere educativo-sociale. È responsabile del settore comunicazione dell’organizzazione non governativa ACRA (Associazione di Cooperazione Rurale in Africa e America latina) ed è membro della consulta direttiva di CEM (Centro Educazione alla Mondialità). Si occupa di educazione allo sviluppo e di educazione interculturale.

 

Margarida Almirall Rotés (Ass. Drac Magic, Barcellona – Spagna)

È responsabile dei progetti educativi dell’Associazione Drac Magic di Barcellona, che dagli anni ’70 si occupa a livello europeo di creare, sviluppare e realizzare progetti di educazione ai media e di promozione della cultura audiovisiva. Negli ultimi anni si è occupata in particolare di progetti sperimentali rivolti a docenti e adolescenti per avvicinarli ad una cultura consapevole del cinema e dell’audiovisivo, in grado di entrare nei dispositivi e decostruirli per poi ricostruirli secondo una visione contemporanea dei social e delle arti. Ultimamente Marga Almirall è impegnata nel progetto Costruire Visioni un programma di attività indirizzato a bambini e adolescenti per accompagnarli nel magico mondo dei linguaggi audiovisivi e promuovere la cultura cinematografica rinnovando le metodologie didattiche e sperimentando la realizzazione di lavori significativi attraverso l’uso creativo delle nuove tecnologie.


SOUNDSCAPE

Il suono è spesso considerato elemento secondario nella produzione dei media, che di solito si concentra sulle immagini. Con Soundscape invece ci soffermiamo sulle capacità narrative del suono e come questo, da solo, cioè anche senza l’ausilio delle immagini, sia in grado di creare significati e creare storie, narrazioni al pari delle immagini e utilizzando un processo creativo simile a quello che si usa con le immagini. I concetti di “ripresa”, “background” e “profondità di campo” possono essere trasferiti dall’esperienza visiva a quella uditiva. Attraverso la tecnica delle narrazioni sonore il gruppo prepara il foglio “musicale” e distribuisce i ruoli proprio come in un’orchestra immaginaria. Il workshop è altamente collaborativo e non richiede spese particolari di strumentazione. È stato brillantemente utilizzato in diverse scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado nell’ambito di discipline quali la Letteratura, il Greco Antico e la Biologia!

 

S-CONFINI E SGUARDI INTERCULTURALI ATTRAVERSO GLI OCCHI DEL CINEMA

L’intervento vuol proporre – attraverso il suggestivo sguardo del cinema – una serie di stimoli e riflessioni per attuare percorsi di educazione interculturale e di valorizzazione delle identità multiple delle culture umane, con particolare attenzione all’area del Mediterraneo. La visione cinematografica di varie sequenze filmiche permetterà di compiere viaggi virtuali tra paesi, popoli e culture e di riflettere su quanto queste messe in scena dell’altro e dell’altrove incidano nella costruzione dell’immaginario individuale e collettivo. L’occhio della macchina da presa ci aiuterà a individuare visioni del mondo, rappresentazioni e potenziali relazioni di dialogo e ascolto.

 

COSTRUIRE VISIONI: L’USO DEL FOUND FOOTAGE E FILM REMIX CON GLI ADOLESCENTI

I film e la media literacy stanno affrontando diverse sfide contemporanee.  La naturalizzazione dei discorsi egemonici o l’iperconsumo e l’iperproduzione di immagini alimentano la costruzione di contesti comunicativi artificiali verso i quali, come educatori, non solo abbiamo il dovere di porci in maniera critica, ripensandoli e problematizzando la nostra posizione di spettatori ma ricercando pratiche creative e riflessive attraverso ad esempio il ri-utilizzo, il ri-montaggio e la ri-significazione delle immagini già prodotte.  Durante il seminario Marga Almirall presenterà e condividerà con i partecipanti la propria esperienza del tutto innovativa di workshop con l’utilizzo di found footage e film remix e altri progetti di “riciclaggio” delle immagini, realizzati con gruppi di adolescenti.

2014 - I film in tasca - locandina
Download
LE SFIDE DELLA MEDIA LITERACY AL TEMPO DEI SOCIAL
materiale informativo
Le sfide della media literacy.pdf
Documento Adobe Acrobat 342.2 KB


2014 - I film in tasca - locandina

30 ottobre - 28 novembre 2014

I FILM IN TASCA

seminari, workshop, proiezioni

Download
2014 - I film in tasca
materiale informativo
i_film_in_tasca_EU2_mail.pdf
Documento Adobe Acrobat 3.3 MB


2013 - Sguardi in/quieti - locandina

ottobre-dicembre 2013

SGUARDI IN/QUIETI

Infanzia e adolescenza nel cinema e nei media europei contemporanei

 

seminari, workshop, proiezioni

Download
2013 - Sguardi In/Quieti
materiale informativo
brochure.pdf
Documento Adobe Acrobat 4.6 MB

Centro di documentazione per la legalità e la nonviolenza ANTONINO CAPONNETTO - Bari

Cooperativa Sociale Il Nuovo Fantarca a r.l.

Via Ospedale di Venere, 64

70131 Carbonara – BARI

Part. IVA 05346760720

 

Il Nuovo Fantarca su YouTube