15^ Rassegna Internazionale Cinema Scuola

INCONTRI DI CIVILTÀ

da SELMA - LA STRADA PER LA LIBERTÀ

 

dal 25 al 29 novembre 2019 

MIO FRATELLO RINCORRE 

I DINOSAURI

di Stefano Cipani, Italia, 2019

dai 12 anni

scuole secondarie di I e II grado

Jack ha sempre desiderato un fratello con cui giocare e quando finalmente il fratellino Gio arriva, lui è felicissimo anche perché i suoi genitori lo descrivono come un bambino “speciale” che nell’immaginazione di Jack diventa una specie di supereroe. Ma con il passare del tempo, Jack scopre che il fratellino ha la sindrome di Down e per lui diventa complicato accettare questa verità, tanto da tenerla in segreto. Quando Jack, ormai adolescente, si innamora di Arianna, nasconde anche alla sua ragazza e ai nuovi amici l’esistenza del fratello Gio. Ma la verità verrà presto svelata e Jack non potrà continuare a nascondere suo fratello, anzi si farà trasportare dall’energia di Gio, si farà coinvolgere dal mondo originale e personale di Gio fino a trasformare il proprio mondo e cominciare a guardarlo e viverlo in una prospettiva diversa. Proprio come i veri supereroi.

Temi: la capacità di guardare agli altri in maniera libera e al di fuori dagli schemi normalità - diversità - disabilità; saper accogliere mondi differenti; valorizzare l’unicità e l’originalità della vita di ognuno; saper abbattere barriere fisiche e barriere culturali.

Note: il film è tratto dal bestseller di Giacomo Mazzariol Mio fratello rincorre i dinosauri.

Sono stati invitati gli autori del film


da CENERENTOLA

 

dal 2 al 6 dicembre 2019

IL RE LEONE

di Jon Favreau, USA, 2019

dagli 8 anni

scuole primarie e secondarie di I e II grado

Simba è il vivace cucciolo di Mufasa, leone sovrano rispettato da tutti grazie alla sua saggezza, al suo carattere pacifico, alla sua capacità di tenere la comunità in armonia. Simba è destinato a succedere a suo padre quando arriverà il momento. Ma la vita nella Savana è sempre piena di incognite e uno dei pericoli da affrontare proviene da un altro leone, Scar, invidioso fratello di Mufasa, assettato di potere e desideroso di prendere il posto di Mufasa. Con uno stratagemma Scar inganna Simba e gli fa credere di essere lui, il più piccolo, il responsabile della fine dell’amato padre. È così che Scar prende il posto di Mufasa mentre Simba va a vivere lontano. Trova rifugio presso una comunità di animali per lo più erbivori imparando da loro a nutrirsi e a comportarsi in maniera diversa e resta lì finchè il passato non torna a cercarlo e a fargli scoprire la verità su suo padre, suo zio e la sua comunità d’origine. Una scoperta che spingerà Simba ad affrontare un lungo viaggio e ad assumersi importanti responsabilità.

Temi: il cerchio della vita e il rispetto dell’ambiente;  la gestione responsabile del potere e del proprio ruolo all’interno di una comunità;  la sostenibilità nella relazione con l’ambiente; l’inganno e la violenza come elementi distruttivi delle relazioni; il concetto di destino e la determinazione a essere se stessi nel rispetto degli altri; saper stare nel gruppo creando armonia e solidarietà.

Note: dal regista de Il libro della giungla una versione de Il Re Leone live action con una qualità tecnica altissima che lo fa apprezzare da piccoli e grandi.


da LA FAMIGLIA BELIER

 

11, 12, 13 dicembre 2019

BLINDED BY THE LIGHT

di Gurinder Chadha, Gran Bretagna, 2019

dai 13 anni

per scuole secondarie di I e II grado

Fine anni ’80, Javed è un ragazzo di origini pakistane che vive con la sua famiglia a Luton in Inghilterra. La crescente disoccupazione e la conseguente crisi economica sono alla base dei numerosi episodi di razzismo verso gli stranieri, colpendo anche la famiglia di Javed. La poesia, la scrittura e la musica, in particolare quella di Bruce Springsteen, diventano per il ragazzo i mezzi per evadere dalle turbolenze del tempo e sottrarsi a un destino che vede tutti i maschi delle famiglie pakistane diventare tassisti. Javed trova, tra la scrittura di poesie e l’ascolto delle canzoni di Springsteen, la propria voce di ragazzo che vuole ribellarsi alle rigide tradizioni famigliari e vuole seguire i propri sogni fino ad arrivare in America, nel paese natio del proprio idolo, e conoscere direttamente The Boss, colui che lo ha ispirato a realizzare una vita più libera.

Temi: razzismi e povertà culturali; le crisi economiche e la perdita del lavoro alla base dei conflitti sociali; immigrati di seconda generazione e il difficile equilibrio tra due culture: quella della famiglia d’origine e quella del paese in cui si nasce e si cresce; l’arte come mezzo per elevare lo spirito e creare nuovi sguardi.

Note: ispirato a una storia vera e basato sulle memorie di Sarfraz Manzoor, il film è stato presentato in diversi festival internazionali. Dalla regista Gurinder Chadha, britannica nata in Kenya ma di origini indiane, già autrice del fortunato Sognando Beckham.

Il film può essere proiettato anche in lingua originale (inglese) con sottotitoli italiani


da CORRI RAGAZZO CORRI

 

13, 14, 15 gennaio 2020

GREEN BOOK

di Peter Farrelly, USA, 2019

dai 12 anni

scuole secondarie di I e II grado

1962, New York City. Tony Vallelonga lavora come buttafuori al Copacabana ma il locale deve chiudere per lavori di ristrutturazione e Tony si trova senza lavoro, con moglie e due figli a carico. Riceve una buona proposta dal Dottor Donald Shirley, un musicista in partenza in quel momento per un tour di concerti attraverso gli Stati del Sud, dall’Iowa al Mississipi. Shirley è afroamericano e anche per lui, ricco e affermato artista, la vita non è semplice: è un’epoca in cui la pelle nera non è accettata e diventa bersaglio di atti anche molto violenti di razzismo. E Tony, italoamericano immigrato, non certo libero da pregiudizi, cresciuto anche lui con l’idea che i neri siano animali, in quel tour a stretto contatto con Shirley deve fare i conti con il razzismo dentro di sé e nella società. 

Temi: riconoscere e destrutturare gli stereotipi etnici e razziali; l’ironia e la nonviolenza per lottare contro i pregiudizi e i razzismi; il valore dell’amicizia e la qualità delle relazioni umane per affermare diritti e principi di equità e uguaglianza; razzismi di ieri e di oggi a confronto: cause ed effetti.

Note: basato sulla storia vera di Shirley, un virtuoso della musica classica e del suo autista, Green Book è stato insignito dei Premi Oscar 2019 come Miglior Film, Migliore Sceneggiatura Originale, Miglior Attore Non Protagonista, oltre ai Golden Globes 2019 e numerosi altri premi prestigiosi.

Il film può essere proiettato anche in lingua originale (inglese) con sottotitoli italiani


da LES HERITIERS

 

16, 17, 20 gennaio 2020

DILILI A PARIGI

di Michel Ocelot, Francia, 2019 

dagl 8 anni

scuole primarie e secondarie di I e II grado

Parigi, inizi ‘900. Dilili è una bambina kanak meticcia nata in Nuova Caledonia e arrivata nella città francese su una nave. A Parigi, Dilili stringe amicizia con Orel che scorazzando con la sua tricicletta la accompagna in un viaggio straordinario durante il quale fanno la conoscenza di artisti e scienziati della città più illuminata e rivoluzionaria del tempo come Gustave Eiffel, Alberto Santos-Dumont, i fratelli Lumière, Marie Curie, Toulouse Lautrec, Renoir, Picasso, Rodin, Camille Claudel, Proust. Ma conoscono anche una parte più buia della città come la banda dei Maschi Maestri che svaligiano gioiellerie e rapiscono le bambine. Orel e Dilili non restano indifferenti ai Maschi Maestri e fanno qualcosa per mobilitare se stessi e la parte più illuminata della città. 

Temi: l’Europa raccontata dal punto di vista di una bambina straniera; l’eredità dell’Illuminismo, il ruolo della cultura e dell’arte nello sviluppo della comunità e nell’affermazione dei diritti umani; il valore della gentilezza e dell’essere aperti verso ciò che non si conosce; la lotta contro il malaffare e le disparità di genere.

Note: dal regista di capolavori animati come Kirikù e la Strega Karabà, Principi e Principesse, Azur e Asmar, Kirikù e gli animali selvaggi, anche questa volta Michel Ocelot ci regala un gioiello culturale in cui sperimenta tecniche diverse mettendole al servizio di una messinscena magica e di una narrazione semplice ma profonda, adatta a piccoli e adulti.

Il film può essere proiettato anche in lingua originale (francese) con sottotitoli italiani


da INSIDE OUT

 

22, 23, 24 gennaio 2020 – SEZ DOC

#ANNE FRANK.VITE PARALLELE

di Sabina Fedeli e Anna Migotto, Italia/Svizzera, 2019

dai 13 anni

scuole secondarie di I e II grado

Il docu-film ripercorre le pagine del diario scritto da Anne Frank, testo straordinario che ha fatto conoscere a milioni di persone in tutto il mondo la tragedia del nazismo e dell’antisemitismo, attraverso il punto di vista vivace, curioso, intimo e brillante di una ragazzina che voleva solo vivere e diventare una scrittrice. La sua storia nel docu-film si intreccia con quella di cinque sopravvissute all’Olocausto, bambine e adolescenti come lei, con la stessa voglia di vivere e lo stesso coraggio: Arianna Szorenyi, Sarah Lichtsztejn-Montard, Helga Weiss e le sorelle Andra e Tatiana Bucci. Nel 2019 Anne Frank avrebbe compiuto 90 anni e viene da chiedersi, se fosse sopravvissuta, come sarebbe stata la sua vita dopo Auschwitz e Bergen e Belsen. Cosa avrebbe raccontato in più di quegli anni terribili. Che ne sarebbe stato delle speranze e dei desideri di cui scriveva nei suoi diari. Cosa avrebbe detto dei nuovi antisemitismi. Kitty, il suo amico-diario resta una delle testimonianze più lucide, più vicine a quello spirito adolescenziale che coglie le contraddizioni più assurde, ma capace allo stesso tempo di visualizzare un futuro diverso.

Temi: la Shoah raccontata dal punto di vista di giovanissime donne che hanno subito persecuzioni e deportazioni; il valore della testimonianza per non perdere il senso e il significato della nostra Storia.

Note: la lettura delle pagine del diario di Anne Frank è affidata alla straordinaria Helen Mirren. La regia è di due giornaliste e scrittrici italiane sensibili e di lunga esperienza, Sabina Fedeli e Anna Migotto.

Interverranno le registe Sabina Fedeli e Anna Migotto


da BANANA

 

dal 27 al 30  gennaio 2020

L’UOMO DAL CUORE DI FERRO

di Cédric Jimenez, Francia/Gran Bretagna/Belgio, 2019

dai 13 anni

scuole secondarie di I e II grado

Freddo e implacabile, Heydrich fu uno dei più potenti gerarchi del regime nazista e principale artefice della “soluzione finale”. La sua fredda malvagità gli fece meritare diversi soprannomi come “il boia”, “il macellaio di Praga”, “la bestia bionda”, “il genio del male di Himmler”, “il giovane Dio malvagio della morte”. Accanto a lui sua moglie Lina che lo introdusse all’ideologia nazista e lo presentò a Hitler, sostenendolo negli anni della sua ascesa. Tuttavia, un piccolo gruppo di combattenti della Resistenza Ceca in esilio, addestrati dagli inglesi e guidati dal governo cecoslovacco, tentò di fermare “l’inarrestabile”. Heydrich fu ferito a morte durante un’azione dei paracadutisti capitanata da Jan Kubis e Jozef Gabcik, mentre con la colonna di mezzi militari stava attraversando Praga. Reinhard Heydrich fu il più alto ufficiale nazista ad essere ucciso durante la Seconda Guerra Mondiale.

Temi: il ruolo e l’importanza della Cecoslovacchia durante la seconda guerra mondiale; la brutalità dei regimi dittatoriali e delle guerre; la resistenza e la speranza di un futuro diverso nei giovani cecoslovacchi che si opposero strenuamente al nazismo; le conseguenze delle azioni di resistenza sulla popolazione e la vendetta nazista.

Note: il film è tratto dal romanzo HHhH (acronimo che sta per Himmler’s Hirn heißt Heydrich ovvero Il cervello di Himmler si chiama Heydrich) di Laurent Binet, Premio Goncourt nel 2012. 


da FIGLIO DI NESSUNO

 

dal 3 al 7 febbraio 2020

PINOCCHIO

di Matteo Garrone, Italia/Francia, 2019

dai 10 anni

scuole primarie e secondarie di I e II grado

Mastro Geppetto costruisce con il legno un burattino a cui dà il nome di Pinocchio, che in breve tempo si anima e si fa bambino. Mastro Geppetto si trova così ad essere un padre e, seppur povero, si dà da fare perché suo figlio riceva una buona educazione e frequenti la scuola. Ma Pinocchio non è un figlio ubbidiente e alla scuola preferisce la strada e il paese dei balocchi, ai consigli del Grillo parlante preferisce gli inviti di Lucignolo, alla verità le bugie. Si ritrova così a contatto con imbroglioni, malfattori, un mondo di adulti per niente raccomandabili mettendo a rischio la propria vita e buttando nella disperazione il povero Geppetto. L’incontro con la Fata Turchina sarà fondamentale per considerare la strada maestra.

Temi: la crescita, il rapporto genitori-figli, il rispetto delle regole; l’attrazione verso ciò che non è permesso o consigliato e le conseguenze che ne derivano; la capacità di osservare e valutare il mondo attorno soprattutto in una fase di crescita; il senso di responsabilità verso se stessi e gli altri.

Note: questa nuova versione cinematografica, tratta dal celebre libro Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino di Carlo Collodi, porta la firma di uno dei registi più interessanti del momento, Matteo Garrone, che affida qui i ruoli principali ad attori straordinari come Roberto Benigni, Gigi Proietti, Rocco Papaleo e Massimo Ceccherini. I personaggi e le creature fantastiche del film sono realizzati all’insegna di uno straordinario realismo, combinando trucco prostetico ed effetti digitali grazie al talento del due volte premio Oscar per il Miglior Trucco Mark Coulier e della VFX Supervisor Rachael Penfold.


da IL PICCOLO PRINCIPE

 

10 - 11 febbraio 2020

MARTIN EDEN

di Pietro Marcello, Italia, 2019

dai 14 anni

scuole secondarie di II grado

Napoli, inizi del ‘900. Martin Eden è un giovane marinaio di umili origini. Un giorno si trova a salvare da un’aggressione Arturo, giovane rampollo della borghesia industriale. Per ringraziarlo Arturo lo invita nella sua abitazione di famiglia dove Martin Eden conoscerà e si innamorerà di Elena, la bella sorella di Arturo. La giovane donna, colta e raffinata, diventerà un’ossessione amorosa e il simbolo dello status sociale cui Martin aspira a elevarsi. Martin inseguirà il sogno di diventare scrittore, a costo di sacrifici e fatiche affrontando i limiti della propria umile origine e influenzato dal vecchio intellettuale Russ Brissenden, si avvicina ai circoli socialisti, entrando per questo in conflitto con Elena e con il suo mondo borghese.

Temi: l’altruismo, la solidarietà e l’equità sociale in società fortemente segnate da individualismo, visibilità personale e capitalismo; il possibile ruolo della cultura e dell’arte per leggere la realtà e rompere gli schemi sociali e i conformismi; impegnarsi per cambiare le rotte del proprio destino.

Note: liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Jack London scritto agli inizi del ‘900, questa nuova versione cinematografica di Martin Eden porta la firma di uno dei registi più originali e sensibili del panorama italiano, Pietro Marcello, già autore dei pluripremiati La bocca del lupo (2009) e Bella e perduta (2015).

È stato invitato il regista Pietro Marcello


da THE GIVER, IL MONDO DI JONAS

 

12 - 13 febbraio 2020

RALPH SPACCA INTERNET

di Rich Moore e Phil Johnston, USA, 2019

dagli 8 anni

scuole primarie e secondarie di I grado

Ralph e l’amica Vannelope sono alla ricerca di un pezzo di ricambio per salvare Sugar Rush, un vecchio videogioco a cui sono tanto affezionati. Ma il pezzo, a volerlo cercare tra bancarelle e negozi vari, non esiste più, è fuori mercato. L’unico modo per averlo è collegarsi a Ebay sulla cui piattaforma, in vendita, c’è l’unico pezzo di ricambio rimasto al mondo. Ralph e Vannelope finiscono così in un mondo a loro ancora sconosciuto, quello digitale e quello dei social. Lungo il cammino i due conosceranno nuovi costumi, nuovi linguaggi e personaggi, facendo fatica a comprenderli. È infatti difficile per loro orientarsi fra brand fasulli e pubblicità pop-up, dipinti di gattini tristi che ti leggono “nel profondo dell’anima” e giochi virali. In compenso i due capiranno in maniera più profonda il valore dell’amicizia, della fiducia reciproca e della libertà. 

Temi: il valore dell’amicizia e della lealtà; avere cura dei sentimenti propri e altrui quando si comunica on line e offline; imparare a conoscere la rete, i suoi vantaggi e le sue trappole, senza diventarne dipendenti;  saper riflettere sul linguaggio dei social, dall’uso smisurato dei like alla cattiveria degli haters

Note: Ralph Spacca Internet, sequel di Ralph Spacca Tutto è stato candidato nel 2019 a numerosi premi internazionali come la candidatura al Premio Oscar e al Golden Globe come Miglior Film d’Animazione.


da I FRATELLI NERI

 

13 - 14 febbraio 2020 – SEZ DOC

CONTROCORRENTE

di Claudia Carotenuto e Daniele Giustozzi, Italia, 2019

dai 13 anni

scuole secondarie di I e II grado

Controcorrente è un reportage, un’inchiesta, una missione ambientalista. È il viaggio di una giornalista e di un economista ambientale, poco più che ventenni, che hanno deciso di conoscere e capire il nostro Paese. Attraversano la penisola per raccontare lo stato dell’ambiente e le criticità dell’acqua in Italia, nella sua assenza, presenza e sovrabbondanza. Per mantenere fede allo spirito del loro viaggio partono con una tenda e due zaini, viaggiando su una macchina ibrida, con pochissimi comfort e moltissima curiosità, riducendo il più possibile le emissioni e l’impatto ambientale. Navigano per giorni con i ricercatori, escono in mare con i pescatori, percorrono 6000 km alla scoperta della Penisola. Intervistano i massimi esperti delle tematiche ambientali che stanno trattando, entrano nelle più prestigiose università italiane per parlare con i docenti. Parlano con pescatori e contadini, conoscono gli attivisti che da decenni si dedicano alla salvaguardia del patrimonio naturale. E lo fanno con il fiato che si spezza e il cuore che esplode davanti alla bellezza che questo Paese ci regala.

Temi: il valore dell’acqua nella nostra cultura scarsamente ambientalista; il sovra consumo e la bassa attenzione alle risorse naturali ancora a disposizione; inquinamento delle falde e le ecomafie; la salute del mare, i comportamenti umani e i cambiamenti climatici. 

Note: Controcorrente è un documentario semplice e profondo, adatto anche ad un pubblico molto giovane. Coerentemente con i temi che affronta, è il primo documentario a impatto zero, indipendente e autofinanziato.

Interverranno i registi Claudia Carotenuto e Daniele Giustozzi


da DIFRET – IL CORAGGIO DI CAMBIARE

 

17 - 18 febbraio 2020

BANGLA

di Phaim Bhuyiam, Italia, 2019

dai 14 anni

scuole secondarie di II grado

Phaim è un giovane musulmano nato e cresciuto in Italia, da genitori bengalesi. Vive a Roma nel quartiere multietnico di Tor Pignattara, lavora in un museo e suona in un gruppo. Durante uno dei suoi concerti incontra Asia e tra i due scatta l’attrazione che li porta a frequentarsi. Ben presto però Phaim deve fare i conti con le proprie tradizioni e la propria religione che prevedono regole e passaggi precisi. La relazione con Asia si fa inevitabilmente più complicata, fra bugie e paure, mentre la sua famiglia sta cercando per Phaim la futura moglie.

Temi: il confronto fra culture, religioni e tradizioni diverse; le difficoltà da parte dei ragazzi e delle ragazze immigrati di seconda generazione a conciliare le regole famigliari con quelle della società in cui sono nati e vivono; l’Italia e gli italiani di oggi raccontati dal punto di vista di un’altra cultura e un’altra religione. 

Note: Bangla è una deliziosa commedia in cui il giovanissimo protagonista è anche regista e cosceneggiatore del film e che racconta una storia per molti tratti autobiografica. È quindi un’interessante opera, leggera ma mai superficiale, con uno sguardo nuovo su una realtà ancora poco raccontata dal cinema italiano. Bangla ha vinto il premio Bimbi Belli 2019 ideato da Nanni Moretti.

Interverrà il regista attore Phaim Bhuyiam


da HEIDI

 

19, 20, 21 febbraio 2020

DUMBO

di Tim Burton, USA, 2019

dagli 8 anni

scuole primarie e secondarie di I e II grado

Finita la guerra Holt Farrier e i suoi due figli Milly e Joe, fanno ritorno a casa. Holt ha perso un braccio, la moglie e il suo numero coi cavalli e anche il resto della compagnia del circo non vive un buon momento. Il direttore Max Medici, punta allora su un cucciolo di elefante, allontanato dalla madre perché nato con delle evidenti orecchie fuori misura. I due bambini, Milly e Joe, si affezionano subito a quello strano elefantino dagli occhi azzurri che chiamano affettuosamente Dumbo e scoprono che le sue enormi orecchie nascondono in realtà una straordinaria abilità: se stuzzicato da una piuma, Dumbo riesce a volare! Questa sarà la fortuna del circo, ma anche l’inizio di una serie di disavventure per Dumbo che a tutti i costi cercherà di raggiungere la sua amata madre.

Temi: valorizzare le diversità e le abilità di ognuno; l’importanza del sostegno della famiglia e del gruppo nella vita di ognuno; imparare a guardare la realtà da punti di vista differenti e contribuire a migliorarla; avere cura nelle relazioni con gli altri.

Note: versione live action dell’omonimo cartone animato Disney del 1941, Dumbo ha la regia di Tim Burton, uno dei più visionari registi del cinema internazionale già autore di numerosi film molto amati dal pubblico più giovane come Edward mani di forbici, Batman il ritorno, Alice in Wonderland, La sposa cadavere, Miss Peregrine

Il film può essere proiettato anche in lingua originale (inglese) con sottotitoli italiani


da HEIDI

 

27 - 28 febbraio 2020

GORDON & PADDY E 

IL MISTERO DELLE NOCCIOLE

di Linda Hamback, Svezia, 2019

dai 5 anni

scuole primarie

Il rospo Gordon, capo della polizia della foresta sta per andare in pensione e ha bisogno di trovare un nuovo assistente perché i pericoli sono tanti. La comunità della foresta è piena di piccoli delinquenti. Ma fare la posta ad un ladro di nocciole significa stare a lungo al freddo, nella neve, arrampicarsi e Gordon non ce la fa più. Vorrebbe godersi la pensione e dedicarsi alla pesca nella sua casetta di legno sul lago. L’incontro fortunato con Paddy, una topolina intelligente con un grande olfatto, sveglia e agile, gli fa pensare di aver finalmente trovato un suo degno successore. Insieme devono risolvere l’ultimo caso di Gordon, il mistero delle nocciole scomparse dallo scoiattolo. Potrebbe essere stata la volpe? Gordon e Paddy lo scopriranno presto.

Temi: il valore dell’amicizia e della lealtà; costruire relazioni di fiducia e di rispetto; il senso di responsabilità per contribuire al bene comune; saper apprendere dagli anziani e raccogliere la loro esperienza; l’importanza dell’empatia e il rispetto delle regole per la difesa dei più deboli.

Note: il film è un delizioso cartone animato adatto ai più piccoli, una favola dolce che segue i ritmi distesi della natura e disegnato come un vecchio albo illustrato. Presentato in concorso in numerosi festival tra cui il Festival di Berlino 2018, sez. Generation KPlus. 


da CLASS ENEMY

 

2, 3, 4 marzo 2020

IL PROFESSORE E IL PAZZO

di P.B. Shemran, Irlanda, 2019

dai 13 anni

scuole secondarie di I e II grado

Al professor Murray viene affidata la redazione del primo dizionario al mondo che racchiuda tutte le parole di lingua inglese, l’Oxford English Dictionary. Per fare ciò coinvolge gente comune. Rispondono migliaia di volontari tra cui anche William Chester, ex chirurgo ricoverato in manicomio perché giudicato malato di mente e pericoloso. Le centinaia di parole che Chester manda a Murray sono talmente fondamentali per la compilazione del dizionario che spesso è lui, Chester, a coprire i vuoti di definizioni. E Murray è talmente riconoscente nei suoi confronti che desidera incontrarlo, non sapendo nulla della sua storia personale. Si trova così di fronte ad un uomo ammalato, divorato dal senso di colpa, ma con cui instaura un dialogo singolare, di giochi di lemmi, appassionato ed erudito. Nel 1928, viene pubblicato l’Oxford English Dictionary, composto da dodici volumi anziché i quattro previsti, con più di quattrocentomila vocaboli corredati da più di un milione di citazioni.

Temi: l’importanza della lettura per arricchire il proprio linguaggio e interpretare il mondo interiore ed esterno; conoscere il significato delle parole per combattere la corruzione del linguaggio ed essere più liberi; la transizione dall’oscurità alla luce in vari ambiti della vita e della conoscenza umana; le pratiche di creazione del primo dizionario inglese della storia, antesignane dell’attuale crowdsourcing di Wikipedia o del moon shot di Google. 

Note: tratto dalla storia vera del professor Murray e dell’incredibile amicizia con il dottor Minor, il film è interpretato da due grandi attori, Mel Gibson e Sean Penn. Tratto dal romanzo L’assassino più colto del mondo di Simon Winchester (1998).

Il film può essere proiettato anche in lingua originale (inglese) con sottotitoli italiani


da MINUSCULE – LA VALLE DELLE FORMICHE PERDUTE

 

5 - 6 marzo 2020

PLOI

di Arni Asgeirsson, Islanda, 2019

dai 5 anni

scuole primarie

Dopo aver visto suo padre cadere vittima dell’attacco del terribile falco Shadow, il pulcino di piviere Ploi decide che volare non fa per lui e che raggiungerà i suoi cari – partiti per la migrazione invernale – a piedi. Il percorso si rivela molto più complicato di quanto il piccolo l’abbia immaginato. Sul suo percorso troverà animali che, come lui, combattono una battaglia solitaria e stringerà amicizia con la pernice delle nevi, Giron. Insieme affronteranno le stagioni, la ricerca del cibo, i predatori, la solitudine, l’inesperienza… finchè una volta imparato a volare, non raggiungerà la sua famiglia d’origine che nel frattempo non sperava più in un suo ritorno.

Temi: il bisogno di autonomia nel bambino durante le varie fasi della crescita; distacco e attaccamento famigliare; costruire la propria identità emancipandosi dalle dinamiche del gruppo; imparare a pensare con la propria testa; affrontare difficoltà, paure e saper chiedere supporto; il buon esempio dei genitori come punto di riferimento; amicizia e solidarietà. 

Note: Ploi è un delizioso cartone animato adatto ai più piccoli, con un disegno semplice e lineare e dialoghi essenziali, capace di parlare allo spettatore e dialogare con le sue emozioni. È stato in concorso in diversi festival internazionali tra cui Cleveland e Giffoni.


da TIMBUKTU

 

9,10, 11 marzo 2020

PICCOLE DONNE

di Greta Gerwig, USA, 2019

dai 12 anni

scuole secondarie di I e II grado

Dopo la guerra di secessione americana, le sorelle March devono affrontare problemi economici, sociali e anche sentimentali. Stanno crescendo, la spensieratezza dell’infanzia nonostante la povertà, cede il passo all’adolescenza e all’età adulta. Guidate da un’educazione sperimentale e innovativa per quel tempo, grazie alle idee progressiste del padre e cresciute con i consigli e l’esempio di una madre attivista dei diritti delle donne, le sorelle March cercano il più possibile di ascoltare il proprio mondo interiore, come dice la loro madre, e di vivere cercando di esprimere il proprio talento e le proprie passioni, nonostante le rigide imposizioni del tempo. 

Temi: i diritti delle donne, l’indipendenza femminile e l’affermazione di sé; il valore dell’educazione per smontare stereotipi e tradizioni culturali maschiliste; la parità di genere in famiglia e nella società; i principali movimenti femministi nell’800 e inizi ‘900. 

Note: il film è l’ottavo adattamento cinematografico del celebre romanzo omonimo di Louisa May Alcott. La regia è affidata ad un’autrice indipendente come Greta Gerwig che ha cercato di cogliere lo spirito più femminista e progressista della Alcott. Con interpreti d’eccezione come Maryl Streep, Emma Watson, Thimotée Chalamet, Saoirse Ronan, Laura Dern.

Il film può essere proiettato anche in lingua originale (inglese) con sottotitoli italiani


da I FRATELLI NERI

 

12 - 13 marzo 2020 – SEZ DOC

BUTTERFLY

di Alessandro Cassignoli e Kasey Kauffman, Italia, 2019

dai 14 anni

scuole secondarie di II grado

Irma Testa a soli diciotto anni è la prima pugile italiana a partecipare alle Olimpiadi. Per arrivare a salire sul ring di Rio 2016 la ragazza ha dovuto rinunciare ad affetti e amicizie a Torre Annunziata, dove è nata. Quando viene eliminata ai quarti di finale del torneo, comincia a ripensare alle scelte fatte fino a quel momento, una vita sostanzialmente dedicata alla boxe trascurando una famiglia in difficoltà che sicuramente avrebbe avuto bisogno della sua presenza. Il senso di sconfitta non solo da un punto di vista sportivo ma anche della sua vita in generale che Irma a un certo punto avverte, comincia a premere sui suoi pensieri e umori insieme alla pressione che le è stata messa addosso dal team sportivo. Irma allora cerca di riconquistare quella tranquillità che le farà vedere le cose più chiaramente. Oggi Irma Testa si allena per le Olimpiadi 2020.

Temi: la parità di genere nello sport; realizzare i propri sogni pur partendo da situazioni socioeconomiche svantaggiate; l’importanza delle proprie radici e delle relazioni famigliari nell’affermazione di sé.

Note: il documentario Butterfly è la storia vera di Irma Testa, raccontata con intelligenza ed emotività, in un lavoro che restituisce bene la sua battaglia e il contesto socioculturale in cui è cresciuta, simile a quello di tante ragazze del Sud. Butterfly ha partecipato a numerosi festival internazionali.

È prevista la partecipazione degli autori


da IL BAMBINO E IL MONDO

 

16 - 17 marzo 2020

MIA E IL LEONE BIANCO

di Gilles De Maistre Francia/Sud Africa, 2019

dai 9 anni

scuole primarie e secondarie di I grado

Costretta a trasferirsi dall’Inghilterra al Sudafrica per seguire il lavoro del padre John, zoologo, Mia è una bambina insofferente e ribelle. A Londra ha lasciato la sua scuola e i suoi amici e a vivere in una zona isolata, a lei sconosciuta, proprio non ci sta. Qualcosa però cambia quando nell’allevamento nasce Charlie, un meraviglioso e raro esemplare di leone bianco. Tra Mia e Charlie nasce subito un’amicizia molto forte che però causa inevitabili preoccupazioni da parte dei genitori, man mano che il leone cresce. Mia si comporta con Charlie come se fosse un gatto, ma un leone è pur sempre un temibile predatore e non può essere addomesticato. Quando Mia scopre che il padre sta per vendere Charlie, la ragazzina decide che è arrivato il momento di salvarlo e accompagnarlo fino alla riserva dei leoni, dove nessuno potrà più venderlo o cacciarlo. Ma riuscirà la ragazzina in questa impresa difficilissima?

Temi: la salvaguardia e il rispetto dell’ambiente; l’estinzione di alcuni esemplari per responsabilità dell’uomo; attivarsi in prima persona per preservare la natura; costruire relazioni armoniose dentro e fuori la famiglia per affrontare positivamente le difficoltà e agire nell’interesse comune.

Note: Mia e il leone bianco è un film speciale perché è stato girato nell’arco di tre anni per seguire la crescita naturale dei suoi protagonisti, compreso il leone, e per seguire l’evoluzione della relazione tra i due. Il film è quindi senza effetti speciali. Il regista Gilles De Maistre è un bravo e pluripremiato documentarista e il film è stato prodotto da Jacques Perrin, autore di tanti e importanti documentari sulla natura.


da IL BAMBINO E IL MONDO

 

18, 19, 20 marzo 2020

STYX

di Wolfgang Fischer, Germania/Austria, 2019

dai 12 anni

scuole secondarie di I e II grado

Rike, medico ed esperta velista, decide di prendersi una pausa dal lavoro e di salpare in solitaria sulla sua barca a vela da Gibilterra verso l’isola di Ascensione, un paradiso in mezzo all’Oceano Atlantico, fra l’Africa e il Sudamerica. Dopo una tempesta si ritroverà a pochi passi da un peschereccio alla deriva, carico di migranti in cerca di aiuto. Solo un ragazzo, nuotando disperatamente, riuscirà ad aggrapparsi alla sua barca, troppo piccola per accogliere tutti gli altri, costretti ad aspettare dei soccorsi che forse non arriveranno mai, o arriveranno troppo tardi, mentre Rike dovrà vedersela con la guardia costiera che le ordina di non intervenire.

Temi: la frattura fra i sommersi e i salvati nel dramma odierno dell’immigrazione; la solitudine dell’individuo di fronte a questioni complesse che possono essere affrontate solo con la collaborazione e la presa di responsabilità di molti; la legge del mare, le leggi internazionali sull’immigrazione, le leggi dei singoli paesi e l’imperativo interiore dell’essere umano di andare incontro a chi è in difficoltà; la disumanizzazione dell’Europa di fronte alle crisi umanitarie.

Note: film d’apertura della sezione Panorama allo scorso Festival di Berlino e finalista del Premio Lux, Styx è il nome greco dello Stige, il mitologico fiume degli inferi che separa i vivi dai morti. Uno dei film più lucidi ed essenziali sui temi dell’immigrazione.


da IL BAMBINO E IL MONDO

 

23 - 24 marzo 2020

MIRAI

di Mamoru Hosoda, Giappone, 2018

dai 6 anni

scuole primarie

Kun ha quattro anni ed è un bambino felice, finchè non nasce la sua sorellina, Mirai. Di fronte alla nuova arrivata, Kun diventa geloso e cerca di attirare continuamente l’attenzione dei suoi genitori con capricci, urla, pianti improvvisi e dispetti. Trova rifugio e consolazione solo nel giardino di casa dove ai suoi occhi accadono eventi straordinari. Ai piedi di un grande albero genealogico, Kun fa la conoscenza dei suoi affetti più cari, che gli appaiono in diverse fasi della loro età: la madre adolescente, il padre fanciullo, il nonno ragazzo, la sorellina ragazzina. Si fa trasportare in un affascinante viaggio tra passato e futuro nel quale trova finalmente il suo posto nel mondo. Un posto che riuscirà a comprendere anche la piccola Mirai. 

Temi: la gelosia dei bambini di fronte alla nascita di un fratellino o sorellina; la gestione da parte dei genitori della nuova relazione; il variegato mondo interiore del bambino, i suoi gesti, le sue espressioni di fronte agli eventi della vita; il ruolo dell’immaginazione, della fantasmagoria, del sogno nel bambino per superare la fase del rifiuto e andare verso l’accettazione del nuovo arrivato.

Note: presentato in anteprima mondiale al Festival di Cannes 2018, Mirai è stato candidato come Miglior Film d’Animazione ai Premi Oscar 2019, ai Golden Globes 2019 e ai Critics Choise Award 2019. È un film divertente ed emozionante e soprattutto molto delicato, adatto ai più piccoli. Il regista Hosoda è cresciuto all’ombra del grande Miyazaki a cui questo film si rifà.

Con la partecipazione di rappresentanti di Libera - nomi e numeri contro le mafie


da IL BAMBINO E IL MONDO

 

25 - 26 marzo 2020

ZEN SUL GHIACCIO SOTTILE

di Margherita Ferri, Italia, 2019 

dagli 15 anni

scuole secondarie di II grado

Maia, detta Zen, è una sedicenne irrequieta e solitaria. Vive con sua madre in un piccolo paese dell’Appennino emiliano. È l’unica donna della squadra di hockey locale e i suoi compagni non perdono occasione per bullizzarla. Quando Vanessa – l’arrogante fidanzata di un giocatore della squadra – scappa di casa e si nasconde nel rifugio della madre di Maia, tra le due nasce un legame e Maia riesce per la prima volta a confidare i dubbi sulla propria identità di genere. Entrambe spinte dal bisogno di uscire dai ruoli che la piccola comunità le ha forzate a interpretare, Maia e Vanessa iniziano un percorso alla ricerca della propria identità e sessualità, inquiete e con un grande bisogno di libertà interiore, come solo l’adolescenza sa esprimere.

Temi: adolescenza e ricerca della propria identità sessuale; ruoli di genere e differenza di genere; bullismo ed omofobia; non conformismo e discriminazione sociale.

Note: il film è stato candidato ai Nastri d’Argento 2019 e ha la sua sceneggiatura ha ricevuto una Menzione Speciale al Premio Solinas. Premio Vivere da Sportivi il Fair-play al Cinema.

 

 

La proiezione del film sarà preceduta dal corto Odio il rosa della stessa regista, pluripremiato in diversi festival

È prevista la partecipazione della regista e dell’attrice


Rassegna Internazionale Cinema Scuola

Ogni anno, la Rassegna Internazionale di Cinema per la Scuola, ormai alla quattordicesima edizione, si articola in quattro diversi moduli tematici: uno, principale, dà il titolo all’intera Rassegna che presenta ogni anno circa 20 pellicole scelte nella migliore produzione europea ed extraeuropea con la presentazione di alcune anteprime nazionali o regionali.

La scelta dei film è sempre molto accurata e tiene conto... leggi tutto>


RIFLESSI SULLO SCHERMO - copertina del catalogo
Scarica il file pdf del catalogo della Rassegna

Centro di documentazione per la legalità e la nonviolenza ANTONINO CAPONNETTO - Bari

Cooperativa Sociale Il Nuovo Fantarca a r.l.

Via Ospedale di Venere, 64

70131 Carbonara – BARI

Part. IVA 05346760720

 

Il Nuovo Fantarca su YouTube